FAGIOLO TONDINO DEL PURGATORIO

5,79 IVA INCLUSA

Guadagna 6 punti acquistando questo prodotto.

FAGIOLO TONDINO DEL PURGATORIO

Il Fagiolo Tondino del Purgatorio di Gradoli è un prodotto tipico della zona dell’Alta Tuscia Viterbese. La coltivazione del “Fagiolo Tondino del Purgatorio” ha origine fin dal 1600, in occasione del mercoledì delle Ceneri, durante il quale viene organizzato nel Comune di Gradoli, il “Pranzo del Purgatorio” il cui piatto principe è il fagiolo, servito accompagnato da riso in brodo e zuppa di pesce. La tradizione ha origine alla fine del XVI secolo quando la Fratellanza del Purgatorio iniziò con l’organizzare questo evento per raccogliere fondi e a l t r i beni di
sostentamento per le sue attività di soccorso alle famiglie in difficoltà. Ancora oggi i novanta membri della Fratellanza, tutti uomini, ripetono ciascuno nel proprio ruolo, i riti che culminano col grande pranzo del Mercoledì delle Ceneri. L’area di coltivazione del Fagiolo del Purgatorio è limitata alla sola zona caratterizzata da terreni di origine vulcanica, dei territori dei comuni di Gradoli, Grotte di Castro, Latera, Onano, San Lorenzo Nuovo , Valentano, e la parte sud del fiume Paglia del comune di Acquapendente. Le sue peculiarità dipendono sia
dalle tecniche tradizionali di coltivazione che dalla tipologia dei terreni e dalla vicinanza al Lago di Bolsena, per questo lo stesso fagiolo prodotto in altre aree , non possiede lo stesso gusto e caratteristiche. Piccolo, tenero e dal sapore delicato ha tempi di cottura rapidi (circa un’ora) e breve ammollo. La raccolta e selezione
del prodotto viene eseguita a mano.
Origine: Alta Tuscia
Svuota
Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri
COD: IG152 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

FAGIOLO TONDINO DEL PURGATORIO

Il Fagiolo Tondino del Purgatorio di Gradoli è un prodotto tipico della zona dell’Alta Tuscia Viterbese. La coltivazione del “Fagiolo Tondino del Purgatorio” ha origine fin dal 1600, in occasione del mercoledì delle Ceneri, durante il quale viene organizzato nel Comune di Gradoli, il “Pranzo del Purgatorio” il cui piatto principe è il fagiolo, servito accompagnato da riso in brodo e zuppa di pesce. La tradizione ha origine alla fine del XVI secolo quando la Fratellanza del Purgatorio iniziò con l’organizzare questo evento per raccogliere fondi e a l t r i beni di
sostentamento per le sue attività di soccorso alle famiglie in difficoltà. Ancora oggi i novanta membri della Fratellanza, tutti uomini, ripetono ciascuno nel proprio ruolo, i riti che culminano col grande pranzo del Mercoledì delle Ceneri. L’area di coltivazione del Fagiolo del Purgatorio è limitata alla sola zona caratterizzata da terreni di origine vulcanica, dei territori dei comuni di Gradoli, Grotte di Castro, Latera, Onano, San Lorenzo Nuovo , Valentano, e la parte sud del fiume Paglia del comune di Acquapendente. Le sue peculiarità dipendono sia
dalle tecniche tradizionali di coltivazione che dalla tipologia dei terreni e dalla vicinanza al Lago di Bolsena, per questo lo stesso fagiolo prodotto in altre aree , non possiede lo stesso gusto e caratteristiche. Piccolo, tenero e dal sapore delicato ha tempi di cottura rapidi (circa un’ora) e breve ammollo. La raccolta e selezione
del prodotto viene eseguita a mano.
Origine: Alta Tuscia

Informazioni aggiuntive

PesoN/A
Peso

400 gr

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “FAGIOLO TONDINO DEL PURGATORIO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X